Hermann e Mia Hesse al lago di Costanza

 

 

 

 

da Daniela Frey

Nella parte occidentale del Lago di Costanza, tra Stein am Rhein e Radolfzell, si trova la penisola di Höri. Il paesaggio qui è bellissimo e l’Höri è un luogo perfetto per una pausa rilassante. Dall’inizio del XX secolo, l’Höri è stato anche un popolare rifugio temporaneo o addirittura permanente per gli artisti. Uno degli artisti più famosi che visse qui fu lo scrittore Hermann Hesse, che visse con sua moglie Mia a Gaienhofen sull’Höri per diversi anni. In questo articolo vi parlerò degli “artisti di Höri” e del tempo che Hermann e Mia Hesse trascorsero sul lago di Costanza. Voglio anche presentarvi il Museo Hesse Gaienhofen e la Casa Mia e Hermann Hesse Gaienhofen.

Artisti sulla Höri

Gli inizi all’inizio del 20° secolo

Gli artisti sono stati attratti dall’idilliaco e pacifico Höri, soprattutto nella prima metà del XX secolo. Soprattutto all’inizio del XX secolo, molti cercavano la vita semplice, originale e naturale. L’Höri, che all’epoca era remoto, era perfetto per questo. Le figure letterarie hanno goduto della pace e della tranquillità per scrivere, e per gli artisti visivi il paesaggio del Lago di Costanza ha offerto molti motivi affascinanti. Oltre a Hermann e Mia Hesse, per esempio, anche lo scrittore e pittore Erich Scheuermann e la coppia di artisti Elisabeth e Ernst Bacmeister hanno vissuto a Höri. Lo stesso vale per il pittore di ritratti e paesaggi Walter Waentig, che più tardi comprò la casa degli Hesses.

L’era nazionalsocialista

Mentre fino alla fine degli anni venti gli artisti si stabilirono sull’Höri per motivi personali, dal 1933 in poi molti artisti si trasferirono sul lago di Costanza per motivi politici. La presa del potere da parte dei nazionalsocialisti portò al licenziamento di molti musei e accademie d’arte. A numerosi artisti fu vietato di esporre e dipingere, e la loro arte fu etichettata come “degenerata”. Il lago di Costanza era un popolare luogo di rifugio e ritiro per alcuni di questi artisti, in parte a causa della sua vicinanza alla Svizzera.

Per esempio, il pittore Helmuth Macke (un cugino di August Macke) ha vissuto a Hemmenhofen sul Höri dal 1933. Lo storico dell’arte Walter Kaesbach e i pittori Max Ackermann e Ferdinand Macketanz hanno anche vissuto lì per un periodo. Il pittore Otto Dix e la sua famiglia hanno fatto costruire una casa a Hemmenhofen nel 1936. Alla fine della seconda guerra mondiale, altri artisti li hanno seguiti sul lago di Costanza. Molti lasciarono nuovamente l’Höri nel dopoguerra; alcuni, come Otto Dix, Walter Kaesbach e il pittore Erich Heckel, trovarono qui una nuova casa.

Hermann e Mia Hesse sul lago di Costanza

Lo scrittore Hermann Hesse (1877-1962) e sua moglie, la fotografa Mia Hesse (1868-1963), vissero a Gaienhofen per un totale di otto anni. I due furono tra i primi a scoprire gli Höri da soli.

Hermann Hesse aveva incontrato la fotografa Maria “Mia” Bernoulli a Basilea nel 1902. Nel 1903, i due si fidanzarono e si sposarono finalmente nell’agosto del 1904. Mia, che aveva qualche anno più di Hermann, proveniva da una distinta famiglia basilese e aveva appena aperto uno studio fotografico a Basilea insieme a sua sorella. Lavorare come fotografa professionista era molto insolito per l’epoca, soprattutto perché le donne non potevano registrare un’attività in Svizzera a quel tempo. Hermann Hesse, che all’epoca non era ancora uno scrittore famoso, lavorava come libraio e scriveva articoli per un giornale di Basilea. Ha poi avuto il suo primo successo librario nel 1904 con il romanzo Peter Camenzind.

Da Basilea al Lago di Costanza

Hermann e Mia Hesse erano d’accordo che volevano lasciare Basilea dopo il loro matrimonio, e i due pensarono a diversi posti dove avrebbero potuto vivere in futuro. Entrambi erano sostenitori della Lebensreform e preferivano la vita in campagna. Tuttavia, poiché Mia non voleva abbandonare del tutto il suo studio e la sua indipendenza professionale, era importante per lei che il futuro luogo di residenza non fosse troppo lontano da Basilea e che da lì fosse anche facilmente raggiungibile. La sua scelta cadde infine sul villaggio di Gaienhofen sul lago di Costanza, che a quel tempo aveva circa 300 abitanti che vivevano principalmente di agricoltura. Hermann Hesse era d’accordo con il luogo di residenza sul lago di Costanza, poiché anche lui era attratto dall’ambiente rurale e dalla natura incontaminata.

Hermann Hesse Statue, © Daniela Frey

Il movimento sociale Lebensreform

A causa della crescente industrializzazione, del progresso e dell’urbanizzazione, dalla metà del XIX secolo si verificò un ritorno ai modi di vita tradizionali, soprattutto nei circoli borghesi e intellettuali. La Lebensreform come movimento di riforma sociale propagandava un’alimentazione sana, attività sportive all’aria aperta e i vantaggi della vita in campagna. Quando si trattava di abbigliamento, si faceva attenzione che il materiale fosse buono per la salute e le donne rinunciavano al corsetto. Anche il movimento naturista è emerso in questo periodo e i primi negozi di cibo salutare hanno aperto le loro porte. Tuttavia, la Lebensreform ha influenzato anche altri settori: La pedagogia della riforma poneva l’accento sull’indipendenza dei bambini e nell’architettura della riforma si rinunciava a fronzoli inutili come le decorazioni delle facciate e si prestava invece maggiore attenzione alla funzionalità degli edifici.

La vita a Gaienhofen

Nel 1904, gli Hess iniziarono ad affittare una casa a Gaienhofen, ma nel 1907 costruirono una casa propria con un grande giardino per potersi occupare di loro stessi. Tuttavia, non erano molto felici sull’Höri. La relazione entrò presto in crisi e Hermann Hesse era spesso in viaggio. Mia ha trovato sempre meno tempo e musa per la sua fotografia. A Gaienhofen, l’artista di città rimase sempre un’outsider e le mancò la vita sociale di Basilea. Nel 1911 nacque il terzo figlio di Mia e Hermann e subito dopo Hermann Hesse si recò in India per un lungo periodo. Dopo il suo ritorno, i due vendettero finalmente la casa di Gaienhofen e si trasferirono vicino a Berna.

Sulle orme di Hermann e Mia Hesse a Gaienhofen sul lago di Costanza
Hermann Hesse Museo, © Daniela Frey

Anche se la famiglia Hesse ha vissuto sul lago di Costanza solo per pochi anni, ha lasciato la sua impronta qui e si può vedere e imparare su di loro a Gaienhofen.

Il Museo Hesse di Gaienhofen

Il Museo Hesse di Gaienhofen esiste dal 1988 e oggi consiste di due edifici adiacenti. L’edificio principale ospita le mostre Künstlerlandschaft Höri e Literaturlandschaft Höri. La collezione Artists’ Landscape Höri mostra immagini di “pittori di Höri”, per esempio Otto Dix e Max Ackermann. La sezione della mostra Literary Landscape Höri si occupa di poeti e autori che hanno vissuto e lavorato sull’Höri dall’inizio del XX secolo. Le mostre speciali su vari argomenti possono essere viste anche nell’edificio principale.

Mostra permanente Gaienhofen Detours. Hermann Hesse e la sua prima casa

Nel 1993, il comune di Gaienhofen ha acquistato la casa in cui gli Hess avevano vissuto come inquilini dal 1904 al 1907. Da allora, la parte del museo che si occupa di Hermann Hesse è ospitata lì. Nel 2014, le sale espositive sono state modernizzate in modo molto attraente e ora espongono la mostra permanente Gaienhofener Umwege. Hermann Hesse e la sua 1a casa.

Le stanze in cui gli Hess vivevano e lavoravano nella loro prima casa formano il quadro della documentazione del loro tempo sul lago di Costanza. All’inizio della mostra si possono vedere i numerosi luoghi in cui Hermann Hesse ha vissuto prima di trasferirsi a Höri. In altre stanze, la decisione della coppia di trasferirsi a Gaienhofen è tematizzata, così come i conflitti e la discontinuità dello scrittore. Le stanze al piano superiore della casa si concentrano su Hesse come scrittore. Qui è anche dove si trova la sua scrivania, davvero molto opulenta, che fece fare appositamente per la casa e che lo accompagnò per tutta la vita.

Mi è piaciuto molto il concetto bello e moderno della mostra, con il suo armonioso schema di colori. Ho anche pensato che fosse una grande idea che i visitatori ricevessero una piccola cartella e una penna all’inizio della mostra. Durante il tour attraverso la mostra, la cartella può essere riempita con fogli di carta che vengono esposti in varie stazioni. Alla fine del tour, la cartella è piena di informazioni e citazioni di Hesse. Come promemoria e per ulteriori letture.

Casa Mia e Hermann Hesse a Gaienhofen

Nell’estate del 1907, la famiglia Hesse si trasferì nella propria casa a Gaienhofen, che era stata costruita dall’architetto di Basilea Hans Hindermann in stile Lebensreform. La casa aveva un giardino molto spazioso, che Hermann Hesse stesso aveva progettato e sistemato. Questo giardino non era solo per l’autosufficienza, ma c’erano anche molti tipi di piante ornamentali. Ancora oggi, nel giardino ci sono alberi e fiori che Hesse stesso ha piantato. Nel 1912, quando gli Hess lasciarono Gaienhofen, il pittore di ritratti e paesaggi Walter Waentig comprò la casa e la proprietà. I suoi discendenti hanno poi venduto parte del giardino nei primi anni 1990. Infine, nel 2003, i coniugi Eberwein comprarono la casa, che all’epoca era minacciata di demolizione.

Hanno fatto ristrutturare ampiamente la casa e il giardino. Anche se Bernd ed Eva Eberwein vivono nella casa stessa, la casa e il giardino possono essere visitati in determinati orari e su appuntamento. Ci sono anche vari tour tematici, per esempio su Mia Hesse o la Lebensreform. Una visita qui vale la pena perché sia la casa che il giardino sono belli e si può imparare molto su Hermann e Mia Hesse al lago di Costanza. Le date esatte in cui le visite sono possibili si possono trovare sul sito web.

Casa Mia e Hermann Hesse, © Daniela Frey
Per ulteriori letture

Eva Eberwein, Monika Leister: Lichtwerke. Mia Hesse geb. Bernoulli als Photographin. Versuch einer Nahaufnahme, Gaienhofen 2013.
Eva Eberwein: Der Garten von Hermann Hesse. Von der Wiederentdeckung einer verlorenen Welt, München 2016.
Hesse Museum Gaienhofen: KünstlerInnen der Höri, 2011.

 

Da Original è apparso su: Textdestille – Vita di campagna, fotografie e letteratura: Hermann e Mia Hesse al lago di Costanza
Letteratura utilizzata
Volete essere informati sulle ultime attività?

Gli scrittori di città della Germania

Gli scrittori di città d’Italia

Gli scrittori di città dell’Austria

Der Leiermann

Nur eine E-Mail !

Erhalten Sie unseren Newsletter und lesen Sie Interessantes aus der Welt der Kunst und Kultur, Beiträge aus der Geschichte und immer das Neueste vom Leiermann.
Zur Anmeldung
close-link

Pin It on Pinterest

Share This